Cosa Sapere del Salento

Pajare del Salento tipicità e vacanza

Strutture d’altri tempi

Le pajare o furnieddhi sono tipiche costruzioni della Puglia, si trovano in prevalenza nel sud della Regione, sono costruite in pietra con mura molto spesse senza l’uso di cemento o altro tipo di malta, sono costruzioni circolari e coniche e alcune hanno il basamento quadrato, grazie allo spessore della muratura consistente è molto fresco all’interno anche nei mesi più caldi.

Di queste caratteristiche costruzioni non si conosce l’esatta data storica, s’ipotizza che le prime furono edificate intorno all’anno 1000. Anticamente le pajare erano usate per conservare la paglia, da qui probabilmente ne deriva il nome, mentre per i furnieddhi la struttura è un po’ più ampia costruita sempre con la stessa tecnica, insieme ai più famosi trulli sono strutture tipiche dell’area mediterranea del sud, compresa Calabria e parte della Sicilia.

Trulli_Ceratonia39

Esperienza abitativa

Negli ultimi anni molte di queste strutture sono state rivisitate e abbellite per renderle più accoglienti, pur mantenendo intatta la struttura originaria, oggi sono soluzioni abitative per il turismo ed è possibile soggiornare in uno di questi incredibili trulli nell’area del Salento.

Interi villaggi o singole pajare sono affittati ai turisti per le vacanze a prezzo molto competitivo rispetto ad altre soluzioni, tuttavia si tratta di un’esperienza del tutto originale e surreale, che porta indietro nel tempo.

All’interno delle moderne pajare

L’interno di queste strutture è abbastanza austero, non ci sono finestre e l’unica fonte di luce che proviene dall’esterno è il lucernario posto, al centro della struttura, ma non tutte lo hanno aperto.

Le pareti interne sono in mattone, come all’esterno, ma le strutture moderne restaurate hanno un intonaco bianco per renderle anche più luminose. Solitamente hanno un ambiente unico, ma ci sono anche strutture più ampie, che hanno anche due o tre ambienti.

pajara-esterno600a

La vacanza suggestiva nel Salento storico e tradizionale

Passare una vacanza o qualche giorno in trullo, in mezzo alla natura, è senza dubbio una bella esperienza, un ricordo che rimarrà indelebile nel tempo.

Il nome di queste “abitazioni” varia in base alla località e l’area del Salento, i nomi tradizionali sono:

Paiaru

Pagghiaru

Furnieddhu

Furnu

Truddu

Chipuru

Caseddhu

Questi i nomi locali, anche se il più comune è “trullo”, tuttavia ci sono delle piccole differenze tra una struttura e l’altra: il trullo è molto simile alla pajara, mentre il furnieddhu è spesso rettangolare con il “cono” centrale ed è di dimensioni più ampie.

Nel Salento l’uso delle pietre è una vera e propria tradizione, usate per delimitare le proprietà terriere, muretti di circa mezzo metro sono eretti lungo i confini dei campi e parallelamente alla strada, si tratta di una tipicità quasi esclusiva della Puglia, una sorta di cornice che rende affascinante il paesaggio.

bedab0c88633aac3c81a9b6eff7492fb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − dodici =