Cosa Visitare in Salento

I Parchi del Salento da visitare

Il Salento offre non solo zone turistiche ed attrazioni più commerciali, ma anche parchi e riserve naturali gestiti da WWF ed altre organizzazioni che lavorano con lo scopo di preservare l’area naturale del Salento, e conservare i sistemi naturali.

Le Cesine, una riserva naturale dello stato, è un oasi situata nella provincia di Lecce. La riserva è una delle ultime zone paludose, ed offre un paesaggio costituito da boschi, canali e dune. Nel passato, le Cesine si estendevano da Brindisi ad Otranto. Ma oggigiorno, l’oasi consiste di circa 380 ettari di zona umida. In questo parco si trovano una varietà di habitat, in cui vivono diversi uccelli acquatici ed altre specie raramente viste nel resto d’Italia.

Cesine-7

Le Cesine è visitabile durante l’anno, con visite guidate disponibili la domenica ed altri giorni festivi. Il parco è gestito da WWF, e durante il periodo estivo esistono più possibilità per visitarlo nei giorni feriali e fare birdwatching o fotografia.

Il parco naturale regionale di Rauccio è un’area protetta della Puglia ed una riserva naturale del Salento. Si trova non lontano da Le Cesine, nella provincia di Lecce. Il parco offre zone umide, boschi, praterie ed altri ambienti naturali protetti con l’intenzione di conservare la biodiversità in questi habitat. Esiste una tale ricchezza nella vegetazione del Rauccio che tipi più diffusi di boscaglia sempreverde crescono intorno a fauna rara e quasi estinta nel resto d’Italia.

Rauccio-5

Inoltre alle passeggiate e le opportunità per esplorare quest’area naturale di Salento, nel parco di Rauccio si può anche partecipare in varie attività e sport ecotourism. Ciclotrekking e canoe sono disponibili per i visitatori più sportivi che cercano una visita che incorpora sia lo sport che la natura. In più, il parco offre visite guidate e guide comprensive per colui che cerca un’ esperienza educativa.

Il parco di Porto Selvaggio, situato nel comune di Nardò, è una top destinazione per amanti della natura. Il parco è stato riconosciuto come Parco Regionale della Puglia nel 2006, ed è costituito da una distesa di terra pietrosa, zone paludose ed una foresta coperta da più di 300 ettari di pini.

Il parco Porto Selvaggio è una riserva naturale con spiagge rocciose, e durante il periodo estivo le baie sono ideali per turisti che cercano acque dolce e calde per nuotare.

11227040_10205556497046649_3362284743469261874_n

Porto Selvaggio ha due località di particolare interesse: la baia di Uluzzo e la baia di Porto Selvaggio. Entrambi offrono paesaggi spettacolari, visite guidate e punti storici. La baia di Porto Selvaggio è più accessibile di Uluzzo, ed è visitabile usando i sentieri segnalati. Da Porto Selvaggio è possibile vedere e visitare la Torre dell’Alto, una torre costiera del Salento eretta alla fine del secolo XVI dal mastro Angelo Spalletta.

Nella baia di Uluzzo si trova la ‘Grotta del cavallo’, un sito storico-archeologico dove è stata scoperta la cultura Uluzziana. La grotta è una delle numerose aree di interesse storico e i visitatori possono passare la visita esplorando sia la grotta che la Torre Uluzzo e la Torre Inserraglio.

Share

Lascia un commento